Disidratazione anziani, sintomi e consigli per evitarla

" La disidratazione negli anziani soprattutto in estate è molto comune e può provocare gravi problemi di salute. Scopri i nostri consigli sul sito. "

Data: 30/6/17 | Vista: 883

Disidratazione anziani, sintomi e consigli per evitarla

Disidratazione negli anziani, una condizione da non sottovalutare

Può sembrare strano preoccuparsi per la disidratazione degli anziani soprattutto perché l’idea comune che si ha di loro è che non compiono una grande attività fisica. Eppure alcune ricerche hanno dimostrato che fino al 31% degli anziani ha avuto una diagnosi di disidratazione dovuta soltanto in parte al normale processo di invecchiamento. Le cause della disidratazione negli anziani, infatti, sono numerose.

Continua a leggere per scoprire i nostri consigli e se hai bisogno di affidare l’assistenza di un tuo caro a una casa di riposo, non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Le cause principali della disidratazione negli anziani

Come anticipato le cause della disidratazione negli anziani sono numerose. In primo luogo diversi studi hanno dimostrato come invecchiando si avverta meno il bisogno di bere: si può essere disidratati, quindi, senza rendersene conto.

L’estate e le alte temperature poi possono accentuare il problema: sudando maggiormente si perdono liquidi preziosi per l’organismo che devono essere necessariamente reintegrati.

Evitare la disidratazione negli anziani è importantissimo

Riuscire a ridurre il rischio di disidratazione negli anziani è molto importante. I benefici legati al mantenere idratate le persone anziane infatti sono numerosi: meno rischi di cadute accidentali, migliore riabilitazione ortopedica e rischio ridotto di cancro alla vescica.

Ma quali sono i segnali che possono aiutarci a comprendere che un nostro caro anziano soffre di disidratazione? I più importanti e i più facilmente osservabili sono principalmente tre:

  • il bisogno di bere;

  • una riduzione del bisogno di urinare;

  • il sentire la bocca asciutta e appiccicosa.

In presenza di questi primi sintomi della disidratazione è importantissimo agire per reidratare la persona anziana in modo da evitare l’aggravarsi della situazione.

Conseguenze della disidratazione nelle persone anziane

Nel caso in cui si sospetti uno stato di disidratazione in una persona anziana agire tempestivamente in modo da evitarne il peggioramento è molto importante. Non bisogna sottovalutare infatti che la disidratazione può avere conseguenze molto gravi.

Può determinare:

  • confusione mentale e ansia;

  • sonnolenza eccessiva;

  • pelle secca, asciutta e tendente allo sfaldamento;

  • pulsazioni rapide o, al contrario, rallentate;

  • perdita di coscienza nelle situazioni più gravi; se non si agisce in tempo, morte.

In estate è molto importante assicurarsi che gli anziani assumano una buona quantità di liquidi: l’acqua è perfetta. Bisogna evitare gli alcolici, che sono dannosi per la salute, così come le bibite gassate: in entrambi i casi contengono zuccheri che possono determinare un aumento della disidratazione.

Se si sospetta uno stato di disidratazione negli anziani, tuttavia, è sempre importantissimo rivolgersi tempestivamente al proprio medico curante.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? Contattaci adesso: ti risponderemo in pochissimo tempo!

Contattaci Subito!

"Disidratazione anziani, sintomi e consigli per evitarla "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Chiedi Info
Scrivici per informazioni