Demenza negli anziani, ecco cosa accade al cervello

" Cosa accade al cervello in presenza di una condizione di demenza negli anziani? Non lasciarti scappare il nostro approfondimento: scoprilo! "

Data: 30/4/17 | Vista: 980

Demenza negli anziani, ecco cosa accade al cervello

Demenza negli anziani: i cambiamenti che avvengono nel cervello

Se stai leggendo questo articolo probabilmente hai avuto esperienza diretta con la demenza negli anziani e con il modo in cui ci si sente quando si assiste ai primi sintomi della malattia. Dimenticanze, ansia, disorientamento, difficoltà a svolgere le attività quotidiane: questo tipo di manifestazioni sono molto familiari a chi ha a che fare con questa misteriosa malattia del cervello. Ma cosa accade realmente al cervello quando si è affetti da demenza?

Continua a leggere per scoprirlo e se hai bisogno di assistenza per un anziano che ne è affetto, non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in pochissime ore!

Il ruolo dei neuroni nella demenza degli anziani

Gli esperti che studiano il cervello ora sanno che i neuroni situati al suo interno possono crescere e morire e che questi due eventi portano con sé numerosi cambiamenti. Per moltissimo tempo gli studiosi hanno creduto che i neuroni fossero in grado di aumentare di numero fino a una certa età: intorno ai 30 anni o poco prima. A partire da quel momento si credeva che i neuroni potessero soltanto rimanere tali e progressivamente deperire a causa dell’invecchiamento. Grazie alle nuove tecnologie applicate in ambito medico è stato possibile scoprire che i neuroni sono in grado di crescere anche dopo i 30 anni. Nel cervello delle persone normali, in particolare, il numero dei neuroni continua a crescere per tutta la vita e che uno degli aspetti che maggiormente incide sul funzionamento sano del cervello è il delicato rapporto tra i nuovi neuroni e quelli morenti.

Cosa accade ai neuroni quando arriva la demenza?

La demenza rientra nelle patologie che colpiscono il cervello e quindi le sue cause sono legate proprio a questo organo. Nel cervello di chi ne è affetto qualcosa cambia: cosa, però, in particolare?

In un cervello colpito dalla più comune delle demenze, il morbo di Alzheimer, accade che i neuroni smettono di formarsi e che si avvia un processo chiamato “neurodegenerazione”. Ciò significa che i neuroni del cervello della persona che ne è affetta iniziano a perdere la loro struttura e a deperire. Il risultato è una condizione chiamata “atrofia del cervello”. Solitamente questi cambiamenti avvengono nell’area del cervello responsabile della memoria e dell’orientamento: l’ippocampo. Ad oggi gli scienziati non sanno perché questo avvenga o come fermare o invertire il processo di neurodegenerazione.

Un’altra causa comune di demenza è la demenza vascolare. In questo caso i vasi sanguigni, che sono elementi fondamentali per il normale funzionamento del cervello perché gli forniscono ossigeno e cibo, iniziano a danneggiarsi. I danni che li interessano hanno come conseguenza una riduzione dei livelli di ossigeno: i neuroni smettono di funzionare correttamente e iniziano a deperire nell’area del cervello che risulta interessata dalla demenza vascolare.

Sebbene i tipi di demenza negli anziani possano essere numerosi, generalmente ciò che hanno in comune è lo squilibrio tra la crescita dei nuovi neuroni e la loro morte. Anche se attualmente non si possiede ancora una cura, le ricerche mediche in questo campo vanno avanti tanto che quasi ogni giorno viene scoperto qualcosa di nuovo sul funzionamento del nostro cervello.

Hai bisogno di assistenza per un anziano? La nostra casa di riposo è a tua disposizione! Contattaci adesso: ti risponderemo in poche ore!

Contattaci Subito!

"Demenza negli anziani, ecco cosa accade al cervello "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?